fiore di loto

L'abbigliamento

 

 

 

Perfettamente adattati al clima caldo e secco della valle del Nilo, gli abiti portati dagli antichi Egiziani sono leggeri, e non coprono generalmente tutto il corpo. Il perizoma, corto, trattenuto da una cintura, quando è portato da divinità o da faraoni si adorna di pieghe verticali e di un lembo sovrapposto pieghettato orizzontalmente. Una gonna di lunghezza media, di lino molto inamidato, pieghettata parzialmente o interamente, copre il perizoma e si annoda, come questo, sul ventre; i ricaschi del nodo sono sistemati in modo da costituire una specie di grembiule avente quasi la stessa lunghezza della gonna.

Nel Nuovo Regno fu molto diffusa una camicia a maniche lunghe o corte, spesso pieghettata, e scollata a giro collo. I mantelli erano fatti con un grande rettangolo di stoffa leggera finemente pieghettata; avvolti intorno al corpo, passavano sotto un braccio e si annodavano sul petto. Sotto il mantello le Egiziane portavano una tunica la cui forma più antica e più semplice è stata conservata nell'abito classico delle divinità femminili: costituita da un unico pezzo di stoffa, la tunica era aderente e lunga dal seno alla caviglia, sostenuta da una o due bretelle.

Ai vestiti si aggiungevano gli ornamenti: reticelle di perle colorate, lunghe cinture pieghettate, gioielli (collane, braccialetti, armille, anelli, orecchini, ecc.). Tra gli accessori: sandali di papiro, parrucca e, eccezionalmente, guanti; infine, trattandosi di re, di regine o di divinità, la corona.

 

logo

Copyright © 2004 Katharina von Dosky
Vietata la riproduzione di testo, fotografie ed immagini senza il mio consenso




Valid HTML 4.01 TransitionalCSS Valido!