fiore di loto

Il dio Hor-Behedeti

 

 

 

Hor-Behedeti era un'aspetto di Horus l'Antico, venerato nella città di Behedet nel Delta occidentale (capitale dello Stato predinastico e sucessivamente del III nômo del Basso Egitto). Come figlio ed erede di Ra, egli era già conformato al sistema divino di Heliopolis, ma inizialmente senza essere completamente identificato con Ra.

In epoca protostorica lottò contro Ombos, capitale dello stato predinastico, dove era adorato il dio Seth, riuscendo a sconfiggerlo. I suoi seguaci penetrarono nell'Alto Egitto, dove venne eretto un santuario a Edfu, l'antica Djebat, che divenne centro di adorazione di Hor-Behedeti, Hathor e il loro figlio Ihi.

La sua iconografia era generalmente il disco solare alato, ma venne raffigurato anche come falco che durante la battaglia era sospeso sopra il faraone, tenendo fra gli artigli il flagellum (simbolo del potere regale) e l'anello shenu (emblema dell'eternità), oppure come uomo con la testa di falco sormontata dalla doppia corona dell'Alto e del Basso Egitto.

I bassorilievi nel suo tempio di Edfu lo rappresentano come condottiero delle forze armate di Ra-Horakhti nella lotta contro Seth. Poiché il dio guidava sempre personalmente il suo esercito in battaglia, ormai era certo che fra Horus e Ra non vi era più distinzione.

Torna a: Horus l'Antico

 

logo

Copyright © 2004 Katharina von Dosky
Vietata la riproduzione di testo, fotografie ed immagini senza il mio consenso




Valid HTML 4.01 TransitionalCSS Valido!