fiore di loto

Il dio Bendedet o Banebdedet

 

 

 

Oltre alle divinità ariete Khnum, Herishef ed Amon, in molte città erano venerati degli arieti veri a causa della loro forza e potenza procreatrice, specialmente ad Hermopolis, Lykopolis, Mendes e Busiris. Il più famoso fra loro fu il sacro ariete di Mendes, Bendedet, che secondo il mito era stato uno dei giudici nel grande conflitto fra Horus e Seth.

Come i tori erano messi in relazione con il Ka, allora questo ariete venne associato al Ba. Il suo nome, che significava "Anima del Signore di Djedet", lo identificava con l'anima di Osiride. Successivamente l'ariete di Mendes ricevette quattro teste, che rappresentavano le anime di Ra, Shu, Geb e Osiride. Bendedet venne collegato anche al dio Ptah, che un tempo aveva assunto le sue sembianze per generare Ramses II, e qualche leggenda lo assimilava a Ra, il dio del sole. Come sposa ebbe una dea delfino di nome Hatmehit.

Il suo centro culturale rimase sempre la città di Mendes, versione greca per l'antica Pa-ba-neb-djedet, "la Dimora dell'Anima del Signore di Djedet", capitale del XVI nômo del Basso Egitto. Era particolarmente adorato da Tolomeo II, che fece ricostruire il suo tempio. Bendedet venne raffigurato in forma di ariete con le stesse corna del dio Khnum, cioè corna girate a spirale orizzontalmente verso l'esterno (la razza di arieti con questa caratteristica si è estinta nel II secolo a.C.); talvolta portava sulla testa l'ureo e occasionalmente era anche seduto sul suo trono. Alla sua morte, per l'ariete di Mendes vi furono sontuosi funerali a spese dello stato.

 

logo

Copyright © 2004 Katharina von Dosky
Vietata la riproduzione di testo, fotografie ed immagini senza il mio consenso




Valid HTML 4.01 TransitionalCSS Valido!