fiore di loto

Il commercio

 

 

 

Nei tempi antichi l'Egitto produceva tutto ciò che gli occorreva nell'ambito dei beni essenziali, quindi il commercio era quasi esclusivamente riservato all'acquisto dei prodotti di lusso. Era il re a decidere cosa si doveva importare ed era lui a disporre delle navi o delle carovane che dovevano occuparsi del trasporto delle merci.

Per quanto riguarda i materiali da costruzione, l'Egitto ne era ben fornito: calcare nella zona di Menfi, arenaria lungo il corso del Nilo, granito nella zona di Assuan. E non mancavano oro e pietre preziose, mentre doveva importare i prodotti esotici come avorio, ebano, incenso e mirra, nonché il legname (cedri e pini) per costruire le imbarcazioni. Il pagamento delle merci acquistate era effettuato con determinate quantità di oro, papiro, lino e grano.

Inizialmente i rapporti economici con altri paesi erano attuati con spedizioni di stato, ma successivamente, anche grazie al contatto con altri popoli, il commercio fu praticato con maggiore frequenza.

 

 

logo

Copyright © 2004 Katharina von Dosky
Vietata la riproduzione di testo, fotografie ed immagini senza il mio consenso




Valid HTML 4.01 TransitionalCSS Valido!