fiore di loto

 

 

 

Christian Johann Heinrich Heine

(scrittore, poeta e filosofo tedesco, 1797-1856)

- Io non so che voglia dire -

Io non so che voglia dire
che son triste, così triste.
Un racconto d'altri tempi
nella mia memoria insiste.

Fresca è l'aria e l'ombra cala,
scorre il Reno quetamente;
sopra il monte raggia il sole
declinando all'occidente.

La bellissima fanciulla
sta lassù, mostra il tesoro
dei suoi splendidi gioielli,
liscia i suoi capelli d'oro.

Mentre il pettine maneggia,
canta, e il canto ha una malia
strana e forte che si effonde
con la dolce melodia.

Soffre e piange il barcaiolo,
e non sa che mal l'opprima,
più non vede scogli e rive,
fissi gli occhi ha su la cima.

Alla fine l'onda inghiotte
barcaiolo e barca...Ed ahi!
Questo ha fatto il canto
della fanciulla Lorelei.


piccola foglia

- Molti fiori son nati -

Molti fiori son nati
dal mio povero pianto,
e da ogni mio sospiro
di usignuoli un canto.

Se tu mi amassi, amore,
tutti i fior ti darei
e sotto il tuo balcone
da usignuol canterei.


piccola foglia

- Come un fiore -

Tu sei come un fiore,
così soave e bella e pura;
io ti guardo e malinconia
s'insinua nel mio cuore.

Mi sento come se dovessi
sulla testa posarti le mani,
pregando che Dio ti conservi
così pura e bella e soave.

 

logo

Copyright © 2004 Katharina von Dosky
Vietata la riproduzione di testo, fotografie ed immagini senza il mio consenso

Free counter



Valid HTML 4.01 Transitional CSS Valido!