fiore di loto

Il dio Montu

 

 

Montu era un'antichissima divinità nota soprattutto per il suo aspetto bellicoso. Ebbe il culto principale nella sua città originaria di Hermonthis (Ermant), versione greca per Iunu shemâ, capitale del IV nômo dell'Alto Egitto, l'odierna Karnak. I sovrani della XI dinastia, provenienti da Hermonthis, lo elessero patrono eponimo con la serie dei vari Montuhotep. L'immancabile legame dei faraoni con Ra portò all'identificazione di Montu con il sole, e Hermonthis divenne un'importante centro di culto solare.

Generalmente Montu era raffigurato con corpo umano e testa di falco sormontata dal disco solare, da due alte piume e dall'ureo. Associato al dio Ra nella forma di Montu-Ra, si vedeva in lui un aspetto di Ra-Horakhti ed era chiamato "l'anima vivente di Ra". Da tempi remoti l'animale sacro a Montu era il toro e durante il Tardo Regno si credeva alla sua reincarnazione nel toro Bukhis di Ermant. Montu personificava anche la forza devastatrice del sole e quindi fu chiamato "toro dal braccio forte". Ebbe culto anche nella vicina Tebe, precedendo il culto di Amon che lo soppiantò durante la XII dinastia.

Durante il Nuovo Regno, con la diminuzione del culto di Amon, il dio Montu riprese la sua antica importanza, diventando il dio della guerra del faraone. Fu raffigurato allora con la testa di toro, quale simbolo di forza o come uomo guerriero nell'atto di porgere al faraone il chepesch, una spada ricurva. Ramses II, per mettere in evidenza le sue notevoli capacità in ambito militare, si fece paragonare a "suo padre Montu".

Qualche mito attribuisce a Montu un posto nella barca solare di Ra. Stando in piedi a prua della barca notturna, uccideva i nemici del dio Sole con la sua lancia. Per questo ruolo di difensore del faraone e del sole, Montu divenne più una figura dinastica che non una divinità popolare. Ebbe per sposa Rat-Taui "la dea Ra delle Due Terre", cioè una controparte femminile del dio Ra. In suo onore venne eretta la città di Medamut, l'antica Madit, nei pressi di Luxor.

 

logo

Copyright © 2004 Katharina von Dosky
Vietata la riproduzione di testo, fotografie ed immagini senza il mio consenso




Valid HTML 4.01 TransitionalCSS Valido!