fiore di loto

La dea Mut

 

 

Mut era in origine una dea avvoltoio di Tebe e fu associata a Nekhbet, la dea protettrice dell'Alto Egitto. Nel periodo predinastico il suo nome significava semplicemente "avvoltoio", ma più tardi, per il valore fonetico mwt, che vuol dire anche "madre", Mut era ritenuta la grande, potente e divina madre di tutti gli esseri viventi, grande maga, signora del cielo e l'occhio di Ra.

Al tempo della XVIII dinastia, Mut divenne la sposa del dio Amon, assorbendo Amaunet, la moglie precedente. Insieme al loro figlio, il dio lunare Khonsu, formarono la triade divina di Tebe, Amon-Mut-Khonsu, che ebbe come luogo di culto il celebre tempio di Karnak (il più vasto complesso di edifici religiosi dell'Antico Egitto, costruito nella parte settentrionale dell'antica Tebe). A loro venne dedicato anche un grandioso tempio a Luxor (più grande di San Pietro a Roma), fatto edificare da due faraoni, Amenhotep III che lo iniziò e Ramses II che lo ampliò. La costruzione sorge nel cuore della città moderna (come allora sorgeva nel centro di Tebe) a pochi passi dal Nilo.

Durante il Nuovo Regno le nozze di Mut e Amon facevano parte delle grandi feste annuali. Attraverso il fiume giungeva da Karnak, una volta all'anno la processione delle barche sacre recanti il simulacro delle tre divinità, in occasione della festa dell'opet. Dopo quattordici giorni di festeggiamenti, le barche facevano ritorno a Karnak per via terra, trascinate su rulli lungo un viale di due chilometri e mezzo costeggiato da sfingi con la testa di ariete.

Nel complesso templare di Karnak, davanti al tempio dedicato alla dea Mut, Amenhotep III fece costruire anche un Lago Sacro. Secondo la religione egizia, immergendosi nelle sue acque si veniva purificati. Come attesta anche Erodoto, i sacerdoti vi compivano dei riti notturni.

Oltre che come avvoltoio, spesso Mut era raffigurata come una donna con copricapo a forma di avvoltoio, sormontato dalla duplice corona d'Egitto e dall' ureo. In mano teneva lo scettro di papiro e l'ankh (simbolo della vita). Mut fu anche Signora di Asher, una località nei pressi di Tebe.

 

logo

Copyright © 2004 Katharina von Dosky
Vietata la riproduzione di testo, fotografie ed immagini senza il mio consenso




Valid HTML 4.01 TransitionalCSS Valido!