fiore di loto

Prefazione alle pagine sull'Antico Egitto

 

 

Avendo questo sito come argomento i miei hobby, mi sembra più che naturale, dedicare una parte all'antico Egitto. Fin dal tempo della scuola era nato in me l'interesse per questo mondo così affascinante e misterioso. Tutto cominciò con qualche romanzo che mi regalò mia nonna (Georg Ebers: "Una principessa egizia" scritto nel 1864 e che trattava il periodo della XXVI Dinastia (600 a.C.) poco prima della conquista dell'Egitto da parte dei Persiani, ed ancora di Georg Ebers: "Uarda", che si svolgeva durante il regno di Ramses II (XIX Dinastia).

L'Egittologo tedesco Georg Ebers, docente di egittologia all'università di Lipsia dal 1870 al 1889, aveva passato molti anni della sua vita in Egitto studiandone la civiltà. Curò l'edizione di un papiro di contenuto medico che aveva scoperto a Tebe e che ora porta il suo nome (Papiro Ebers). Fu anche autore di alcuni volumi di divulgazione sull'antico Egitto e di alcuni romanzi storici di soggetto egiziano.

La lettura di questi libri mi affascinò a tal punto che da allora ho cercato di approfondire le mie prime nozioni. E non era difficile, visto che già mia madre possedeva diversi libri, sia sulla storia che sull'arte egiziana. Per esempio "L'Arte degli Egiziani" di Georg Steindorff, egittologo tedesco e professore a Lipsia dal 1893 al 1932 che diresse scavi alla piramide di Chefren (1903-1906). Lo stesso Steindorff tradusse il copto e tra le sue opere è celeberrima la Grammatica copta, che ha avuto numerose edizioni dal 1894 al 1951. Anche "La Storia dell'Egitto" di J.H. Breasted faceva parte dei libri di casa mia, oltre ad alcuni volumi meno noti.

Negli anni successivi ho incrementato la piccola "biblioteca egiziana" con nuovi libri, ritagli di giornali nonché quaderni pieni di annotazioni. Essendo io di madrelingua tedesca, buona parte del materiale è scritta in questa lingua. Per preparare il mio piccolo sito, dovrò tradurre tutto quello che mi sembra più interessante e adatto. Per quanto riguarda la materia, con vera pignoleria tedesca cercherò di essere il più preciso possibile. Riguardo alla lingua, si vedrà :-)

Ora qualcuno forse si domanderà per quale ragione non ho creato un sito dedicato soltanto all'Egitto. La risposta è assai semplice: Un tale sito verrebbe visitato quasi esclusivamente dagli appassionati del genere. Invece nel modo scelto da me, un visitatore capitato qui per cercare delle poesie, una fotografia o qualche informazione, per pura curiosità potrebbe cliccare su "Egitto", ritrovandosi in un mondo pieno di fascino misterioso di cui finora sapeva poco o nulla. Per tutti noi che amiamo la civiltà egizia c'è stata quella prima volta...

La pagina che parla della vita di Jean-François Champollion è anche la storia della decifrazione degli geroglifici e perciò mi sembra giusto che faccia parte delle "Premesse". Senza Champollion probabilmente non esisterebbe l'Egittologia e quindi non ci sarebbe neanche questa parte del mio sito.

 

logo

Copyright © 2004 Katharina von Dosky
Vietata la riproduzione di testo, fotografie ed immagini senza il mio consenso




Valid HTML 4.01 TransitionalCSS Valido!