fiore di loto

Il faraone Ramses II

 

 

Ramses II impugnando un bastone pastorale ricurvo

Parte di una statua di Ramses II
Granito nero, XIX dinastia
Museo egizio, Torino

Ramses II (1279-1213), figlio di Sethos I, regnò 67 anni. I fatti salienti del suo regno furono: la costruzione, con il concorso dei “figli di Israele”, della città di Pi-Ramesses, nel Delta occidentale, diventato il centro di gravità del paese (era forse anche la patria di origine della dinastia), attorno a un primo nucleo residenziale creatovi dal padre Sethos I, e il grande confronto con gli Ittiti di Muwatalli in una battaglia di esito non decisivo, che lasciò Kadesh sull'Oronte, luogo dello scontro, in mano agli Ittiti e diede luogo a un trattato di pace e di alleanza tra Ramses II e il nuovo re ittita Hattusil III.

Le due principesse ittite che Ramses sposò, per consolidare l'amicizia fra i due regni, entrarono a far parte di un harem che aveva già, come anche l'amministrazione dello Stato, carattere cosmopolita. Vi primeggiavano Nefertari e Isisnofret, che Ramses predilesse e tra i figli delle quali scelse il futuro successore Merenptah. Ovunque, in Egitto e in Nubia, i segni di una straordinaria attività edilizia: i monumenti più importanti sono i due templi rupestri di Abu Simbel e le opere tebane, tra le quali spicca il Ramesseo. Lo stile, però, si appesantisce e si involgarisce sempre più; nella decorazione al bassorilievo è preferito il rilievo incavato, di esecuzione e di effetto più facili.

 

logo

Copyright © 2004 Katharina von Dosky
Vietata la riproduzione di testo, fotografie ed immagini senza il mio consenso




Valid HTML 4.01 TransitionalCSS Valido!